HUMAN SATISFACTION NEWS n.11

PILLOLE PER UN DIALOGO SU IMPRESA, MARKETING, FORMAZIONE E COMUNICAZIONE 

 

Human Satisfaction News vuol comunicare concetti e notizie utili, per contribuire a una nuova cultura umanistica basata non più sul vecchio modello "consumatore", ma sulla centralità dell'essere umano con le sue necessità da soddisfare nelle aree dell'emotività, della ragione e dell'etica, per troppo tempo dimenticata.  Chi legge potrà se crede  inviare una sua pillola di 5-10 righe, orientata alla human satisfaction dei suoi amici, clienti e stakeholder, firmandola e inserendo la propria mail, con eventuali sito e link, per i lettori manager, imprenditori e professionisti che sono nel data base in costante crescita.

Marzio Bonferroni


ANDREA PONTREMOLI WORK TODAY: MANAGEMENT BETWEEN SPEED AND UNCERTAINTY

From President and Chief Executive Officer of IBM Italy to Managing Director and General Manager of Dallara Automobili, the Andrea Pontremoli’s career has always been characterised by innovation.
In 2004 the University of Parma awarded him an honorary degree in Computer Engineering, for the expertise gained over the years as manager and the continued commitment to the technological development of local businesses. On 2 June 2006 he was awarded by the President of the Republic Ciampi the honour of Knight Grand Cross Order of Merit of the Italian Republic.

 


LUCIA DEL MASTRO MOTHERHOOD AS A MUSE

Lucia Del Mastro is a scientific manager of research projects and clinical studies into women with breast cancer, with a particular focus on the problem of protecting fertility in young women undergoing chemotherapy. Her ongoing research has led to the drafting of more than 130 papers published in JAMA and other prestigious international scientific journals. Lucia Del Mastro, a surgeon specialising in oncology, today is the director of the operational unit for Innovative Development Therapies at the IRCCS San Martino – IST of Genoa. 

 


GAEL GIRAUD PROFESSION ECONOMISTE

Naissance 24 janvier 1970 (46 ans). Nationalité française. Profession économiste Directeur de recherches en économie au CNRS, membre de l’École d’économie de Paris jusqu'en 2014, membre du conseil scientifique du Laboratoire sur la régulation financière, membre de l’observatoire européen Finance Watch, enseignant au Centre Sèvres, membre du conseil scientifique de la Fondation Nicolas-Hulot pour la nature et l'homme et du think-tank The Shift Project, économiste en chef de l'Agence française de développement.

 


AFORISMI: PENSIERI IN SINTESI

Guarda nell’orizzonte e scopri nel silenzio
l’idea, l’immagine e la visione
di quello che potrai realizzare nella vita
per offrirlo alla vita.

Abbi la consapevolezza
che la tua natura è umana e divina
nello stesso momento.
Questa verità ti farà sentire
che la vita è l’inizio dell’eternità.

 Vivere e sognare:
ho vissuto la meraviglia
di un sogno che è diventato realtà
ed ho imparato che sognare
è necessario per vivere
così come vivere
è necessario per sognare.

La vita che nasce
proviene dall’eternità
e la vita che muore
ritorna nell’eternità
dove tutto finisce
per nascere di nuovo.

 


OGNUNO DI NOI E’ COMPOSTO DA CIRCA 100.000 MILIARDI DI CELLULE

Un grande scienziato delle nanotecnologie, scienza emergente di portata universale, mi ha detto che da calcoli approssimativi ma forse per difetto, un essere umano è composto da circa centomila miliardi di cellule, ognuna delle quali risponde ad un progetto unitario. C’è da restare sbalorditi di fronte a tanta “tecnologia” in continua evoluzione. Siamo fatti di cervello e di corpo, in una continua e oggi si direbbe sinergica collaborazione operanti, se sappiamo realizzare scelte consapevoli, per la nostra più completa human satisfaction, anche attraversando conflitti esterni ed interni di varia natura. Nella psiche poi, secondo quanto interessa a chi si occupa di marketing, nelle tre aree definite Emozione, Ragione, Etica, sono da considerare le numerose necessità che si trovano in esse collocate in modo naturale, ognuna delle quali tende alla sua massima soddisfazione.                                                          Misurandole senza pregiudizi e senza pensare di avere soluzioni soggettive dettate dalla nostra esperienza personale, saremo in grado di valutare le distanze con le soddisfazioni che possiamo loro offrire, per progettare in modo obiettivo e misurabile quelle che chiamiamo strategie di marketing, e che altro non sono che la risposta alle necessità delle persone, siano esse clienti finali o collaboratori di un’impresa e dei suoi brand. Si tratta quindi di passare decisamente dalle convinzioni soggettive alle necessità e soddisfazioni misurabili. Con questi due link è possibile intanto avere una prima idea della complessità con cui si presenta un essere umano fin dal momento della nascita della prima cellula.

http://www.focus.it/curiosita/quante-cellule-ci-sono-nel-corpo-umano

http://www.focusjunior.it/scienza/natura/corpo-umano/cellule-quel-che-ti-serve-per-una-ricerca-sui-mattoncini-del-corpo-umano

 

 


IL PENSIERO POSITIVO DI BAUMAN, FILOSOFO RECENTEMENTE SCOMPARSO.

Il commento della psicologa Laura Napolitano:
tre punti forti individuati da Bauman, il coraggio, la tenacia, la speranza. Credo che queste tre risorse valoriali siano i semi da spargere nel tessuto sociale attuale, insieme al senso dell'umanità e al tesoro della trascendenza. Quali i terreni per la semina? Le famiglie, i bambini, i ragazzi, gli adolescenti, i lavoratori di ogni genere e classe. E quali possono essere i "contadini" per la semina? Gli insegnanti in primis, coloro che affiancano per molte ore la vita degli scolari/studenti, che attivano i colloqui con i genitori, che strutturano laboratori e progetti di ricerca. La loro azione è fondamentale ed importante quanto quella dei genitori, primi formatori etici, primi artisti che forgiano la materia umana. Immagina quale terreno fecondo e produttivo possa crearsi con dei "seminatori" così importanti, che lavorano tutto il giorno, a casa e a scuola, gettando semi e curando i germogli, proteggendo dagli straripamenti e girando le zolle di ogni nuovo concetto, curando dove è necessario, esortando e stimolando nella crescita degli arbusti. Ogni seminatore può avere dei validi aiuti nei coach sportivi, nei sacerdoti, nei capo scout, nel capo squadra lavorativo, fino ai responsabili in area lavorativa. Ogni adulto è un esempio, un sostegno, una strada da mostrare o seguire. La famiglia e la scuola sono il campo da arare e poi germogliato e i seminatori al tempo stesso. Il lavoro sarà successivamente la “ famiglia/impresa” su cui continuare a seminare, e l’area di incontro dei giovani arbusti divenuti divenuti solide piante. A sua volta l' impresa potrà diventare il referente per il mondo esterno proponendo valori etici per il tessuto sociale.

lauramarianapolitano@gmail.com

 

 


VERSO LE LUCI DI UN NUOVO UMANESIMO

Nelle nebbie in cui ancora ci muoviamo appaiono luci lontane, seppur evidenti, che ci invitano a procedere nella loro direzione.
Sono le luci che provengono da quello che è stato definito “nuovo umanesimo” e che trova nella human satisfaction una prospettiva e una proposta di visione e di metodo per un territorio innovativo, nel quale l’essere umano possa ritornare a essere il centro degli interessi di tutti, e guardare non soltanto alle soddisfazioni di ordine emotivo e  immediato, ma anche a un progetto di costruzione duratura della personalità, basato sul necessario sforzo di volontà e d’intelligenza che possa far comprendere e gustare a tutti la bellezza e la felicità, frutto della realizzazione umana fondata sulla razionalità e su principi morali ed etici oltre che su quelli emotivi, pur sempre necessari purché non siano dominanti e fine a se stessi.
In questa prospettiva nel 2005 fu presentato un libro che vi riproponiamo in versione sintetica.

Download
M.Bonferroni - Human Satisfaction.doc
Documento Microsoft Word 171.5 KB

L’HOMO UTOPICUS... E’ FRA NOI

L’uomo non è solo sapiens ma anche utopicus. L’utopia alimenta la speranza progettuale ed è una potente forza di mutamento sociale.
In questa luce si vede come l’utopia possa costituire un valido antidoto culturale alle paure e al nichilismo del nostro tempo. Marzio Bonferroni ha estratto le “pillole” ritenute essenziali dal libro di Cosimo Quarta, docente di filosofia e autore di numerosi volumi sui temi ad esempio dell’etica, solidarietà, giustizia, ambiente.
Dunque l’utopia non è un qualcosa di lontano, irraggiungibile e irrealizzabile ma rappresenta il “motore” essenziale per generare e realizzare progetti.

Download
Homo utopicus - Quarta Cosimo .doc
Documento Microsoft Word 137.5 KB

ESEMPIO DI HOMO UTOPICUS IMPRENDITORE DI SUCCESSO MONDIALE

L’idea di Nerio Alessandri, elaborata nel garage di casa agli inizi degli anni Ottanta, è stata una rivoluzione: creare macchine belle oltre che efficienti. Oggi sono 35 milioni le persone che si allenano sui tapis roulant e le macchine isotoniche di Technogym, in 65mila palestre di 100 Paesi del mondo. L’azienda, 2mila dipendenti, 14 filiali, sede futuristica a Cesena, esporta il 90% della sua produzione. E a maggio si è quotata in Borsa.
Quindi da un’utopia, da un sogno, nasce Technogym. Nerio Alessandri aveva 22 anni e abitava con la famiglia a Gambettola, un paese in provincia di Cesena. I genitori erano operai, e lui appassionato di meccanica. Diplomato in disegno industriale all’istituto tecnico, ha iniziato subito a lavorare come designer in un’azienda di packaging di frutta e verdura. Non aveva niente, se non curiosità e voglia di realizzare qualcosa di suo.


Ecco un link per altre informazioni:
http://www.millionaire.it/technogym-dal-garage-di-casa-a-piazza-affari/

 

 



IMPRENDITORI: UDITE, UDITE…..INDUSTRY 4.0 NON E’ SOLO UNA PAROLA MAGICA.

Industry 4.0 sarà la parola magica che coinvolgerà gli imprenditori nei prossimi anni. Lo Stato italiano, anche se in ritardo rispetto ad altri paesi europei, ha emanato la legge Calenda - dal promotore - nel corso del 2016  (si attendono a breve i decreti attuativi), che aiuterà le imprese a decidere di passare al nuovo mondo godendo di ammortamenti che vanno dal 140% al 250% degli investimenti. Questa nuova era già definita come la quarta rivoluzione industriale vedrà la possibilità per le imprese: di progettare i propri prodotti sfruttando le possibilità della simulazione a computer e la realtà aumentata; arrivare alla prototipazione passando dalla creazione di costosi stampi e lunghi tempi di perfezionamento, a prodotti "finiti" grazie alle stampanti 3D, con le quali si "stampano" già non solo oggetti in materie plastiche, come le fanalerie delle più esclusive e costose autovetture sportive, ma perfino le pale delle turbine e la pasta, sì proprio quella che troviamo nel piatto a mezzogiorno da mangiare. Ma c'è di più: con il mondo sempre più collegato, è già oggi disponibile la raccolta di una enorme mole di dati (big data) dai quali estrarre e dedurre quali prodotti nuovi progettare per rispondere in anticipo ai clienti attuali e futuri. Per stare con i piedi per terra possiamo dire che i magazzini e il turnover miglioreranno grazie alla possibilità di migliori previsioni di vendita e grazie a ridotte necessità di parti di ricambio o per passare ad un altro vantaggio: garantire ai propri clienti industriali un'assistenza predittiva in totale autonomia fra macchine che saranno e sono capaci di "chiamare" in anticipo l'intervento di assistenza direttamente al customer service e tanto altro ancora. Cambiare è possibile perché può avvenire per gradi accedendo inizialmente, ad esempio, ad un controllo puntuale delle linee produttive, degli interventi di assistenza, dei tempi di riparazione, ecc. 

Per capirne di più o anche per un primo check up orientativo a basso costo contattatemi direttamente: f.pillon@si-pma.it .

Ferdinando Pillon è titolare di SI-PMA, società di consulenza di marketing strategico e change management orientato al miglioramento dei risultati operativi.

 

 


PILLOLA MUSICALE

F. Liszt: Concerto n°2 in la maggiore per pianoforte e orchestra. Al pianoforte: don Carlo Josè Seno, sacerdote, pianista di livello internazionale.
Informazioni su di lui:
http://www.tonyassante.com/baglioni/2004/fausta2/ilfaustino/2008/discocardinale/indice.htm

 

 

 


PILLOLA LIBRARIA

Alessandro D’Avenia – L’arte di essere fragili

 

Questo libro è ai primissimi posti delle vendite. Ci sarà pure un motivo ?
E’ bello scoprirlo, ognuno di noi secondo la propria sensibilità e desiderio di felicità.

 

 


UN PO’ D’IRONIA PER UN PROBLEMA SERIO: COME UNA DONNA PUO’ DIFENDERSI DALLA VIOLENZA


L’AMICIZIA E’ COME L’AMORE: LA VIA DELLA FELICITA'